Un Festival che guarda alla sua storia e si proietta verso il futuro, con questo obbiettivo abbiamo pensato la 39° edizione di Asti Teatro. Una edizione che si vuole aprire alla Città, e per questo cerca nuovi luoghi di rappresentazione e di incontro per il pubblico, e che, come da tradizione, si sposta nelle piazze e nelle strade di Asti per essere un Festival di tutti, molti sono gli spettacoli di piazza e i gli incontri musicali che animano questa edizione e che vogliono essere momenti di aggregazione non solo per il pubblico ma per tutta la città.
Un Festival che vuole aprirsi anche al di fuori della città e che per questo cerca strategie di collaborazione con diversi Festival teatrali Piemontesi: Il Festival delle Colline, Teatro a Corte e Vignale Monferrato Festival, non solo per condividere pubblico e comunicazione, ma anche per iniziare a costruire una rete possibile tra le principali rassegne Piemontesi.
Ma anche e soprattutto una edizione che ricerca la sua “identità” nelle scelte artistiche che la animano. Una ventina di spettacoli nel cartellone “Nuove Visioni” composta da diversi premi nazionali di critica e pubblico, artisti che sono già passati da Asti e che nel corso degli anni tra Scintille e le edizioni passate di Asti Teatro sono stati apprezzati dal pubblico, compagnie che faranno il loro debutto qui ad Asti con prime nazionali, alcune scommesse su cui il Festival vuole puntare. E un minimo comune denominatore: tutte drammaturgie inedite scritte ad hoc per la messa in scena dagli interpreti o dai registi delle compagnie. Con la presenza in cartellone dei due vincitori ex-equo del premio UBU per le Nuove Drammaturgie, che suggella questo forte interesse che in Italia si sta muovendo intorno a una possibile nuova forma di drammaturgia, Asti Teatro si pone come obbiettivo quello di essere il luogo dove tutte queste nuove realtà si incontrino.Emiliano Bronzino
Direttore Artistico

Per info e prenotazioni:
Biglietteria Teatro Alfieri
0141.399057 – 0141399040

Cookie Policy